MENU

21 marzo 2018

Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Cultura · Biografie · Narrativa

Hans Kammerlander: “Gli alti e bassi della mia vita”

Hans Kammerlander. Foto tratta dalla cover del libro

L’alpinista altoatesino presenta la sua autobiografia

“Gli alti e bassi della mia vita”: è questo – e non poteva essere diversamente – il titolo dell’autobiografia dell’alpinista altoatesino Hans Kammerlander, uscita per ora in tedesco. A breve seguirà la versione italiana

Il 61enne racconta ai giornalisti Verena Duregger e Mario Vigl la sua infanzia in un maso di montagna della valle Aurina “senza acqua, riscaldamento e corrente elettrica, come gli sherpa”.

Il figlio di contadini di montagna è poi diventato compagno di cordata di Reinhold Messner e con le sue imprese, come la prima discesa con gli sci dall’Everest, a sua volta uno dei massimi alpinisti. Non potevano però mancare anche i momenti bui: gli incidenti mortali durante le sue scalate, che costarono la vita agli amici Karl Großrubatscher, Friedl Mutschlechner e Alois Brugger. Kammerlander definisce il “momento più duro” della sua vita l’incidente stradale causato da lui sotto l’effetto dell’alcol, nel quale morì un giovane della sua valle. “Ho imparato a guardare sempre avanti”, dice ora.

“Hans, quando c’è qualcosa di nuovo da leggere di tuo?”, spesso mi è stata posta questa domanda e sempre ho risposto: “presto” –  scrive Kammerlander – “E ora finalmente ci siamo: la mia autobiografia “Alti e bassi della mia vita” è stata pubblicata da Malik e mi fa molto piacere“.

“Con i giornalisti Verena Duregger e Mario Vigl ho passato molte ore nella mia stube in Valle Aurina a raccontare della mia vita. Il lavoro sul libro è stato anche un viaggio dentro di me ..”

Scrive ancora Kammerlander: “col senno di poi, direi che la mia vita è stata molto movimentata e varia. La mia giovinezza senza riscaldamento, acqua e elettricità –  quasi come quella degli sherpa… I miei primi passi sulle montagne dell’Alto Adige.. La mia conoscenza casuale con Reinhold Messner e le nostre esperienze sulle montagne più alte del mondo. Le Second Seven Summits. …. Gli incidenti sulle montagne e in valle. Il ritorno al Manaslu dopo 26 anni… Credo che tutto questo non sia stato solo una coincidenza.”

Il libro è già disponibile online sul sito www.kammerlander.com.