MENU

19 novembre 2014

Alpinismo e Spedizioni · Cult · in evidenza · Alpinismo e Spedizioni · Ambiente e Territorio · Angelo Siri · arrampicata · Caprie · cinematografia di montagna · Elio Bonfanti · experience · film · Gian Carlo Grassi. · Gian Piero Motti · La Rocha d'Ciavrie · Val Susa · Valsusa Filmfest · Alpinismo e Spedizioni · Vertical · Cultura

LA ROCHA D'CIAVRIE: l'alpinismo piemontese in un film. Caprie (TO) il 21 novembre

Gian Carlo Grassi

Gian Carlo Grassi

LA ROCHA D’CIAVRIE: 45 ANNI DI ARRAMPICATA E DI SPORT TRA LE PARETI DI CAPRIE, RACCONTATI DALLA VIVA VOCE DEI PROTAGONISTI

Venerdì 21 novembre, alle ore 21,00 presso ‘La Sosta Climb Cafè’ di Caprie (TO), Elio Bonfanti ed Angelo Siri presentano in prima torinese il film “La Rocha D’ Ciavrie” (40′), nel quale i protagonisti di 45 anni di storia dell’alpinismo piemontese raccontano le loro esperienze vissute sulle pareti di Caprie.

Un emozionante passo indietro, per dare ai giovani un pizzico di storia utile per guardare al futuro, organizzato da Valsusa Filmfest e Cinema in Verticale in collaborazione con Museo Nazionale della Montagna, CAI Torino, Scuola di Alpinismo Gervasutti e La Sosta climb cafè.

IL FILM

Con soggetto di Elio Bonfanti e regia di Angelo Siri, il film è nato da un’iniziativa della rassegna cinematografica “Cinema in verticale” e si prende carico della responsabilità di non far dimenticare ai giovani i personaggi che hanno scritto la storia dell’alpinismo nella località valsusina. I giovani arrampicatori del territorio guardano esclusivamente al superamento della difficoltà e in pochi sanno veramente cosa c’è stato, quali personaggi e quali avventure hanno contribuito alla creazione dei tiri e delle vie che utilizzano. Un racconto dove la storia è quindi fine a se stessa, senza la retorica che spesso l’accompagna. Il filmato è impreziosito dalla presenza di numerosi personaggi di spicco dell’ alpinismo e dell’ arrampicata torinese legati dalla voce narrante di Roberto Mantovani.

Elio Bonfanti - Fonte immagine: Valsusa FilmFest

Elio Bonfanti – Fonte immagine: Valsusa FilmFest

ELIO BONFANTI

Nato a Torino nel 1961,  è istruttore nazionale di alpinismo e di arrampicata libera. Pratica l’alpinismo dal 1978 seguendone con attenzione lo sviluppo e l’evoluzione.  Dal 2007 al 2009 ha fatto parte del team Alpin Ice tour ed ha al suo attivo sia prime ripetizioni che aperture di numerose vie. Questa passione che estrinseca sia su roccia che su ghiaccio, oltre che sulle Alpi, lo ha portato a scalare dal Wadi Rum alle Ande peruviane, dal Madagascar, agli USA e Canada per arrivare sino alla Norvegia.
Ha iniziato ad arrampicare verso la fine degli anni ’70 sulla coda del movimento del “Nuovo Mattino” ed essendo cugino di Guido Morello ha avuto modo di conoscere molti dei personaggi di spicco di quel periodo. Nella sua attività Elio Bonfanti ha avuto la fortuna di conoscere personaggi straordinari con alcuni dei quali ha anche condiviso affascinanti scalate. Da Patrick Gabarrou, a François Damilano, da Gianluca Maspes a Rossano Libera, da Manolo a Giovannino Massari, da Ezio Marlier a Mark Twight da Marco Bernardi a Ugo Manera, per arrivare ad Angelo Siri, Guido Ghigo, Pierre Allain, Spiro dalla Porta Xydias, Michel Cambon, Maurizio Oviglia, Valerio Bertoglio, Enrico Rosso e molti altri. Da ognuno di loro ha avuto modo di imparare qualcosa facendo della polivalenza uno dei punti cardine della sua attività

ANGELO SIRI

Forte alpinista ed accademico del G.I.S.M., è appassionato di cinema di montagna ed ha al suo attivo la regia di diversi film documentari tra i quali “L’uomo dal Giardino di Cristallo”, realizzato nel 2009 sulla vita di Gian Carlo Grassi, alpinista e guida alpina di Condove (TO) scomparso nel 1991, pioniere dell’arrampicata su ghiaccio in Italia negli anni ottanta e protagonista di molte prime salite fra cascate e goulotte in alta montagna.

500px-locandina_la_rocha_dciavrie_

 

Tags: , , , , , , , , , , , , ,