MENU

22 luglio 2012

Agenda · Cult · cult agenda · in evidenza · Adam Ondra · Alessandro Gogna · Antoine Dénériaz · Breuil · Carlo Gobbo · Cervinia · Cervino CineMountain Festival · Christophe Profi · cinema di montagna · experience · festival cinematografici · Herbert Plank · Kristian Ghedina · Kurt Diemberger · Luc Alphand · Mauro Cornaz · Plateau Rosà · Valtournenche · Cultura

XV "CERVINO CINEMOUNTAIN FESTIVAL 2012" Breuil (AO), 10-15 agosto 2012

Torna nel comprensorio della Valtournenche per la sua quindicesima edizione il Cervino CineMountain Festival, la rassegna dedicata al cinema di montagna, con un programma condensato in sei giorni, dal 10 al 15 agosto 2012, e ricco di spunti. Dalle peripezie verticali di Adam Ondra, l’Harry Potter della roccia, all’amarcord dei grandi discesisti del passato, più e meno recente. Dall’alpinismo con la A maiuscola alle rare pellicole di Arnold Fanck. E poi i grandi film in concorso.

Il primo appuntamento in cartellone, il 10 agosto, alle ore 21, è al Cinéma des Guides di Breuil-Cervinia – all’interno dello spazio “Cervinia mon amour” – con i grandi campioni della velocità sugli sci. Sul palco, dove a moderare sarà il giornalista Carlo Gobbo, si avvicenderanno al microfono Herbert Plank, Mauro Cornaz, Kristian Ghedina, Luc Alphand e Antoine Dénériaz. Per loro sono previste, il giorno dopo, una tappa a Plateau Rosa, 3.500 metri di quota, e l’ormai tradizionale “cerimonia dell’orma” nel centro del Breuil sullo stile dell’Hollywood Boulevard.

La rassegna proseguirà a Valtournenche, nella sala congressi del Centro polivalente. Alla sera di sabato 11 agosto, ore 21, il protagonista assoluto sarà invece Adam Ondra, fenomeno slovacco che a soli 19 anni è unanimemente riconosciuto come uno degli arrampicatori più forti al mondo. Presenterà “The wizard’s apprentice” di Petr Pavlícek: il film è il frutto di due anni di riprese al seguito di Adam Ondra e racconta la storia e gli exploit del mago dell’arrampicata che, con i suoi successi, sta sconvolgendo i parametri dello sport verticale.

Domenica 12 agosto, sempre alle ore 21, il cinema tornerà in primo piano con la straordinaria proiezione di alcuni frammenti dei film “Die weisse Kunst”, “Das Wunder des Schneeschuhs” e “Stürme über dem Mont Blanc” di Arnold Fanck, con l’introduzione del nipote Matthias. Restando in tema di “settima arte”, lunedì 13 agosto, ore 21, sarà presentato “Verticalmente démodé”, film di Davide Carrari vincitore della Genziana d’oro all’ultimo TrentofilmFestival.

La rassegna si chiuderà martedì 14 agosto con una serata dedicata all’alpinismo, anzi al “Cervino: la forma delle montagne”, con Kurt Diemberger, Christophe Profit e Alessandro Gogna oltre ad Hervé Barmasse nelle vesti inedite di moderatore.

Seguirà la cerimonia di premiazione dei film vincitori, con l’assegnazione del Premio “Grand Prix des Festivals – Conseil de la Vallée”, del Premio “Vie de Montagne” e del Premio del pubblico sostenuti dal Consiglio regionale della Valle d’Aosta, del Premio CAI per il miglior film d’alpinismo, sostenuto dal Club alpino italiano, del Premio “Ecomountain” per il miglior film a tematica ambientale, sostenuto dall’Assessorato regionale dell’ambiente e territorio, del Premio Sony Italia per la miglior fotografia. Il 15 agosto, a partire dalle ore 21, è prevista la proiezione dei film vincitori.

Il Cervino CineMountain Festival è organizzato dal Comune di Valtournenche, dall’associazione culturale Monte Cervino e dal main sponsor Value Relations, con il contributo dell’Assessorato del turismo, commercio, sport e trasporti della Regione Autonoma Valle d’Aosta, con il sostegno della Presidenza del Consiglio Valle e della Fondazione CRT, della Compagnia valdostana delle acque, della Cervino Spa e del Club Alpino Italiano (con la collaborazione di RAI VdA e il sostegno tecnico di Sony Italia).

Info: www.cervinocinemountain.it

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,